La distorsione di caviglia è il trauma più frequente nello sportivo, ma è un evento frequente anche nella quotidianità.

Durante un trauma distorsivo, l’astragalo può temporaneamente – o parzialmente – uscire dalla sua sede, mediante movimenti:

  • in inversione (piede ruotato all’interno rispetto alla caviglia);
  • eversione (piede ruotato all’esterno rispetto alla caviglia);
  • in senso antero-posteriore (da “frenata”).

Durante un trauma distorsivo, le strutture che più comunemente vengono interessate sono quelle capsulo-legamentose, ma ovviamente non sono le sole ad essere a rischio: possono anche essere coinvolti i tendin, le ossa, e la cartilagine.

In questo approfondimento, vogliamo però soffermarci proprio sulla componente legamentosa, analizzando quali legamenti vengono maggiormente interessati dalle diverse tipologie di distorsione, come diagnosticare con certezza le lesioni, e come impostare l’iter riabilitativo più corretto, scegliendo tra soluzioni conservative o chirurgiche.
La distorsione di caviglia è il trauma più frequente nello sportivo, ma è un evento frequente anche nella quotidianità.

Durante un trauma distorsivo, l’astragalo può temporaneamente o parzialmente uscire dalla sua sede (mortaio della tibio-tarsica), mediante movimenti preternaturali:

  • in inversione (piede ruotato all’interno rispetto alla caviglia);
  • eversione (piede ruotato all’esterno rispetto alla caviglia);
  • in senso antero-posteriore (meccanismo di “frenata”, che generalmente interessa più frequentemente la sottoastragalica: articolazione tra l’astragalo e la caviglia).

Ogni schema ha il significato di aiutare il medico a comprendere il meccanismo di lesione e le strutture potenzialmente danneggiate, tuttavia non deve essere applicato come una rigida e ferrea regola.

Non sono infatti infrequenti traumi più complessi che inglobino in un unico evento tutti questi movimenti patologici dell’articolazione.

La distorsione di caviglia, indipendentemente dal meccanismo di lesione, può passare quasi inosservato o indurre un immediato gonfiore e dolore. Ovviamente, non è solo la sintomatologia immediata a destare preoccupazione, ma sono anche i postumi che non devono essere sottovalutati.

Nel percorso di guarigione la collaborazione tra medico, fisioterapista e paziente è fondamentale. L’obiettivo comune è un pronto recupero, minimizzando i postumi, quando possibile.
Torna in cima

Distorsione di caviglia: strutture anatomiche interessate

distorsione caviglia corsa

Durante un trauma distorsivo, le strutture che più comunemente vengono interessate sono quelle capsulo-legamentose, ma ovviamente non sono le sole ad essere a rischio.
Torna in cima

I legamenti della caviglia

I legamenti interessati sono:

  • legamento peroneo-astragalico anteriore;
  • peroneo-calcaneare;
  • peroneo-astragalico posteriore (all’esterno);
  • legamento deltoideo;
  • spring legament (all’interno);
  • sindesmosi (struttura anatomica tra tibia e perone).

Torna in cima

Le ossa

Le fratture che, invece, possono verificarsi sono a carico di:

  • quinto metatarsale;
  • cuboide;
  • calcagno;
  • malleolo peroneale;
  • malleolo tibiale;
  • frattura del perone alta (frattura di Maisonneuve).

Torna in cima

La cartilagine

La cartilagine che riveste le ossa interessate dal trauma può venire coinvolta, più frequentemente i segmenti scheletrici interessati sono:

  • astragalo;
  • tibia;
  • perone;
  • calcagno (faccette articolari della sottoastragalica).

Torna in cima

I tendini

Inoltre, possono venire danneggiati i tendini, espressione finale del complesso muscolo-tendineo.

I tendini più frequentemente interessati sono:

  • peroneo lungo;
  • peroneo-breve,

ma episodicamente sono descritte lesioni anche ai tendini interni alla caviglia:

  • tibiale posteriore;
  • flessori lungo delle dita e dell’alluce.

Questo però può apparire come uno sterile elenco di strutture anatomiche a cui risulta difficile dare un ordine ed una consequenzialità.

Pertanto, è importante analizzare il meccanismo di distorsione per comprendere, volta per volta, ed a seconda del trauma subito, quali possono essere le strutture anatomiche interessate.
Torna in cima

Le lesioni dei legamenti nella distorsione di caviglia in inversione

Il trauma distorsivo in inversione è il più classico e il più frequente delle distorsioni di caviglia.

Succede quando il piede scivola all’interno della caviglia, inducendo uno stress sulle strutture legamentose laterali.

In questi casi, le strutture legamentose a rischio sono quello laterali.

Ovviamente, la capsula articolare è la prima ad essere interessata, ma in successione possono essere interessati i legamenti peroneo-astragalico anteriore (più frequentemente) ed il peroneo-calcaneare (più raramente e solo nei traumi più gravi), estremamente raramente il peroneo-astragalico-posteriore.

Durante questo trauma si può anche verificare un impatto tra l’angolo interno (superficie mediale) dell’astragalo e la tibia, determinando una lesione condrale (della cartilagine), osteo-condrale (cartilagine + osso sub-condrale, ossia sotto la cartilagine) o un semplice “edema della spongiosa” (segno di contusione ossea).

Le fratture invece che possono avvenire in questo genere di trauma sono in ordine di frequenza: quinto metatarsale, malleolo peroneali, perone alto, calcagno e cuboide.

Il quinto metatarsale si può fratturare perché nel movimento di inversione viene stirato il tendine peroneo-breve, che si inserisce proprio sulla base del quinto metatarsale.

Il tendine è così elastico che, invece, di rompersi, induce, la frattura dell’osso su cui si inserisce, distaccandolo.

Ecco spiegato perché in un trauma distorsivo di caviglia in inversione, può essere necessario eseguire una radiografia del piede oltre alla caviglia: studiare il quinto metatarsale è l’obiettivo!

I malleoli peroneali e tibiali, invece, si possono rompere per l’impatto dell’astragalo durante il movimento distorsivo.

Il perone si può rompere non solo a livello locale, basso, ma talvolta, il trauma induce una rotazione ed una frattura alta del perone, compromettendo la sindesmosi (la struttura fibrosa che mantiene unita la pinza tra tibia e perone).

La frattura dei malleolo può venire individuato con una semplice radiografia della caviglia, ma nel caso di un dolore alto, a livello della gamba, è bene completare l’imaging con una radiografia della gamba, per non mancare danni laterali del perone e della sindesmosi.

Infine durante il trauma distorsivo possono verificarsi delle fratture del calcagno o del cuboide (meccanismo nut-cracker: schiaccianoci del V metatarsale e del calcagno che comprimono il cuboide in mezzo tra loro) difficile da individuare in prima battuta e che possono richiedere per la diagnosi il ricorso ad una risonanza magnetica, che metta in evidenza il famoso “edema della spongiosa”, ossia la compromissione dell’osso interno alla corticale, che alla risonanza presenta un aspetto sfumato, segno di sanguinamento e di compromissione della trabecolatura!
Torna in cima

Le lesioni dei legamenti nella distorsione di caviglia in eversione

legamenti caviglia distorsione

Il trauma distorsivo in eversione è un evento più raro, ma indubbiamente più grave ed a rischio di compromissione di strutture anatomicamente delicate.

È il trauma che si verifica quando il piede scivola all’esterno e la gamba all’interno, determinando una lesione dei legamenti del comparto interno: legamento deltoideo e spring legament.

Il legamento deltoideo si estende dal malleolo tibiale fino all’astragalo, unendosi e confondendosi con la capsula articolare e più distalmente, verso, il piede, con lo spring legament.

Quest’ultimo è una struttura anatomica che contribuisce a sostenere lo scheletro del piede, tra astragalo e scafoide. Un suo cedimento può indurre il piede piatto.

Ecco spiegato perché in rari casi può succedere che il piede dopo un trauma distorsivo diventi acutamente (dopo qualche giorno o settimana) piatto.

È un fenomeno sinonimo di lesione dello spring legament.

Nei traumi in eversione è, inoltre, probabile una lesione cartilaginea nella sede di impatto, quindi, questa volta, a livello laterale, sul dome astragalico.

Allo stesso modo possono verificarsi le fratture dei segmenti scheletrici, più difficilmente questa volta viene coinvolto il quinto metatarsale, più facilmente invece malleolo tibiale e peroneale, calcagno e cuboide.
Torna in cima

Le lesioni dei legamenti nella distorsione di caviglia in antero-posteriore (da frenata)

È il classico meccanismo di lesione del saltatore.

Si verifica ogni qualvolta in un movimento di scivolamento, il piede resta ancorato al suolo, mentre la caviglia prosegue nel suo movimento in senso anteriore.
Rientra impropriamente tra i traumi distorsivi di caviglia, perché in realtà l’articolazione coinvolta è la sottoastragalica, quella tra astragalo e calcagno. Le strutture anatomiche coinvolte sono per lo più legamentose: legamento interosseo cruciforme tra astragalo e calcagno e legamento peroneo-calcaneare.

Oltre ai legamenti, possono venire danneggiate le superfici cartilaginee tra astragalo e calcagno: le faccette articolari della sottoastragalica.

Si tratta di lesioni che è possibile individuare con una risonanza magnetica e che, se sintomatica, si rivelano molto difficili da curare e possono richiedere soluzioni chirurgiche biologiche (rigenerazione delle superfici cartilaginee) e, nei casi estremi, di artrodesi della sottoastragalica (non della caviglia!)
Torna in cima

La diagnosi

rx artrosi caviglia

Esiste un timing corretto in cui sottoporsi ad esami di imaging di primo e secondo livello.

Pretendere di eseguire una risonanza magnetica in pronto soccorso per una distorsione di caviglia non è possibile e, per di più, non fornisce informazioni utili.

In caso di trauma distorsivo, il consiglio è quello di recarsi in pronto soccorso, per escludere danni maggiori.

Il medico di guardia visiterà la caviglia ed, in base al gonfiore ed alla sintomatologia riscontrata durante la visita, valuterà l’opportunità di eseguire delle radiografie per andare a studiare eventuali fratture.

Le radiografie, in base al quadro clinico, non si limiteranno alla caviglia, ma potranno coinvolgere il piede per studiare delle fratture metatarsali e includere la gamba, in caso di sospetta frattura alta del perone.

La società ESKKA (società ortopedica europea di chirurgia del ginocchio e di traumatologia sportiva) ha promosso dei criteri di valutazione della caviglie distorte.

Secondo questi dettami, l’associazione di una prima valutazione ed una seconda valutazione ripetuta nelle 48 ore (o nelle 24 ore) risulta essere più efficace di un esame strumentale di primo livello (ecografia) nella predittività di un’eventuale lesione legamentosa.

Infine, ritengo molto utile la risonanza magnetica, che tuttavia, deve essere utilizzata come un esame diagnostico di secondo livello.

Pertanto, in caso di sospetto di lesioni cartilaginee o di fratture di calcagno e cuboide la risonanza magnetica può essere uno strumento imprescindibile, ma da pianificare ad almeno 20 giorni dal trauma iniziale.
Torna in cima

Soluzioni conservative

La maggior parte dei traumi distorsivi meritano un iter riabilitativo conservativo.

Ovviamente è ben escludere lesioni importanti che richiedano un trattamento chirurgico in urgenza (fratture). D’altro canto, è bene sottolineare come lesioni legamentose isolate non debbano essere considerate indicazioni ad interventi chirurgici in urgenza.

Infatti, spesso il paziente arriva spaventato in ambulatorio per una lesione legamentosa, più frequentemente del legamento peroneo-astragalico anteriore, pensando di avere bisogno di chirurgia. Ebbene, questa è una reale necessità solo nel 15-20% dei casi di lesione legamentosa, perché la caviglia ha caratteristiche anatomiche diversa da altre articolazioni, come per esempio, il ginocchio.

La caviglia è un’articolazione con una stabilità intrinseca e, pertanto, anche dopo un trauma distorsivo in grado di provocare una lesione legamentosa, una corretta rieducazione può ridurre la reale necessità di una ricostruzione legamentosa.

È, però, importante sottolineare come la rieducazione non si concluda con il controllo del gonfiore e del dolore, ma termina a rieducazione propriocettiva completata.

Infatti, terapie fisiche (Laserterapia, TecarTerapia), manuali e di bendaggio (bendaggio funzionale, kinesiotaping) hanno un obiettivo iniziale di controllare l’edema e di combattere il dolore, ripristinando la funzione.

La vera riabilitazione di una distorsione di caviglia comincia realmente una volta arrivati al risultato preliminare di una caviglia asciutta ed in grado di muoversi completamente senza dolore.

Infatti, è la rieducazione propriocettiva che riduce il rischio di recidiva del problema e che tiene lontano il paziente dalla necessità di chirurgia sui legamenti.

Oggi esistono metodiche avanzate (Delos, per esempio) in grado di allenare e misurare nel tempo l’instabilità ed il recupero propriocettivo del paziente.

Sono strumenti in mano al professionista della riabilitazione che lo aiutano a monitorare nel tempo i risultati del proprio lavoro e che permettono di misurare e rendere più affidabile il ritorno in campo di un atleta o il ritorno all’attività ricreazionale di uno sportivo comune.
Torna in cima

L’intervento chirurgico

intervento chirurgico caviglia

La chirurgia dei legamenti della caviglia, storicamente ha diviso le molteplici tecniche descritte in: anatomiche e non-anatomiche.

Le prime sono quelle che non richiedono il sacrificio di strutture anatomiche che la natura ha destinato ad altro, le seconde sono quelle che richiedono l’utilizzo di tendini della caviglia, che vengono “esentati dalla loro attività” di tendini ed utilizzati come legamenti.

Oggi, il nostro gruppo ha descritto una tecnica mini-invasiva che con quattro buchini permette la ricostruzione anatomica di due legamenti (peroneo-astragalico anteriore e peroneo-calcaneare).

Il vantaggio di questa metodica è nel recupero.

Non si prevede un’immobilizzazione con tutore o gesso ed è possibile una riabilitazione precoce.

Il recupero del movimento viene sollecitato da subito, il carico completo viene concesso a partire dai 15 giorni ed attività sportiva completa a circa 4 mesi.

Ovviamente, è ben ricordare che i candidati a questa tecnica sono quelli in cui la rieducazione è fallita ed il paziente continua a lamentare instabilità e cedimenti articolari.

È, infatti, importante non programmare la chirurgia dei legamenti come prima soluzione ad un trauma distorsivo di caviglia!
Torna in cima

Scrivimi ora

Passo 1 di 3

Informativa ai sensi del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati n. 679/2016

Questa pagina descrive le modalità con cui dr Federico Usuelli, con sede in Viale Regina Margherita 39 20122 Milano, (anche definito qui di seguito “noi”), in qualità di Titolare del trattamento, raccoglie e tratta i tuoi dati personali tramite il sito https://www.federicousuelli.com.

L’attenzione per la riservatezza, il carattere confidenziale e la protezione dei dati personali degli utenti rappresentano un nostro preciso impegno aziendale.

Infatti, trattiamo i tuoi dati personali con la massima cura e in conformità con le normative applicabili in materia di privacy e sicurezza (in particolare il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati UE 679/2016).

Quali dati raccogliamo e trattiamo?

I dati personali che trattiamo sono le informazioni che tu decidi volontariamente di fornirci, a fronte di una richiesta di contatto o per rivolgerci una domanda.

Quando invii una richiesta tramite apposito form ti inviteremo a fornirci dei dati identificativi e di contatto (come ad esempio nome, cognome, email, numero di telefono) per gestire al meglio la tua necessità e darti agevolmente un riscontro.

I dati personali possono essere anche di natura sensibile, a seconda delle informazioni che deciderai di rilasciare all’interno del form di contatto o tramite l’invio volontario di documentazione accompagnatoria alla tua richiesta. In particolare, si fa presente che i dati sensibili sono costituiti da eventuali descrizioni di patologie, stati di salute o indicazioni sulla vita sessuale che l’utente descrive all’interno delle comunicazioni a noi rivolte. A tutela dei tuoi diritti e delle tue libertà ti chiediamo di non rilasciare informazioni sensibili o inviare file che possano risultare eccedenti rispetto a quanto per noi necessario ad espletare la tua richiesta.

Per quali finalità utilizziamo i tuoi dati?

Lo scopo principale è fornirti la possibilità di metterti in contatto con noi e soddisfare una tua specifica richiesta, inviarti contenuti informativi a riguardo e/o consentirti di accedere ai servizi scelti.

Il conferimento dei dati è facoltativo, tuttavia il rifiuto a rilasciare i propri dati per tale finalità comporta l’impossibilità per noi di gestire la tua richiesta e soddisfare le tue necessità.

Previo consenso libero ed espresso, i tuoi dati di contatto potranno essere utilizzati per inviarti comunicazioni promozionali, newsletters ed email informative riguardo i nostri servizi/prodotti o in merito ad informazioni di carattere generale. Il conferimento dei dati per finalità di marketing è facoltativo, il rifiuto non comporta alcuna conseguenza, salvo l’impossibilità di ricevere materiale promozionale. Il consenso per tale trattamento si intende espresso tramite il “flag” dell’apposita casella posta all’interno del modulo per l’invio dei dati. Puoi revocare il tuo consenso e rifiutarti di ricevere ulteriori comunicazioni promozionali in ogni momento scrivendoci all’indirizzo email info@federicousuelli.com.

Come proteggiamo i tuoi dati?

Il trattamento dei dati avviene mediante strumenti prevalentemente automatizzati e per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Le misure di sicurezza adeguate, così come previste dal Regolamento (UE) 2016/679 sulla Protezione dei Dati Personali, sono osservate per prevenire la perdita dei dati, gli usi illeciti o non corretti e gli accessi non autorizzati.

A chi comunichiamo i tuoi dati?

I dati che invierai tramite il presente sito saranno comunicati alla società che gestisce il sito internet e i relativi sistemi ad esso connessi.

Link ad altri siti web

Questo Sito può contenere riferimenti o collegamenti (“link”) ad altri siti internet non controllati da noi e rispetto ai quali queste norme sulla Privacy non sono applicabili. Non siamo quindi responsabili per il contenuto o per gli eventuali trattamenti di dati personali effettuati in tali siti. Ti consigliamo di esaminare l’informativa di ogni sito collegato al presente per individuare il possibile trattamento di dati personali.

Quali sono i tuoi diritti?

Ai sensi del Regolamento EU 679/2016, ti sono riconosciuti i seguenti diritti:

il diritto di chiedere al Titolare del trattamento l'accesso ai dati personali (art. 15), la rettifica (art. 16), la cancellazione degli stessi o l’oblio (art. 17), la limitazione del trattamento dei dati personali (art. 18), il diritto alla portabilità dei dati (art. 20) o di opporsi al loro trattamento (art. 21), oltre al diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che la riguardano o che incida allo stesso modo significativamente sulla sua persona (art. 22).

Le richieste potranno essere esercitate nei confronti di:

dr Federico Usuelli
Viale Regina Margherita 39
20122 Milano

email: info@federicousuelli.com

Ti è altresì riconosciuto il diritto di proporre reclamo all'autorità di controllo preposta (art. 77 del Regolamento) qualora ritieni che il trattamento effettuato da parte del Titolare non sia conforme.

Modifiche alle norme sulla Privacy

Il Sito, il suo contenuto e le presenti norme sulla Privacy possono essere periodicamente aggiornate o modificate senza preavviso. Eventuali modifiche alla seguente informativa influiranno sul trattamento dei dati raccolti in seguito alla modifica stessa.

Ti preghiamo dunque di prendere periodicamente visione delle eventuali modifiche sulla Privacy.

La presente policy è aggiornata a Marzo 2020.

    1. PRIVACY POLICY ed informativa privacy

    Informativa ai sensi del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati n. 679/2016

    Breve presentazione e premessa introduttiva

    Il dr Federico Usuelli, C.F. SSLFRC79A07F205F, P.IVA 02186250961, nato a Milano, il 07/01/1979, professionalmente domiciliato in 20122 Milano, Viale Regina Margherita n. 39, è iscritto all’Albo Professionale dell’Ordine dei Medici di Milano n. 38699 ed è specializzato in Ortopedia e Traumatologia.

    Questa pagina descrive le modalità con cui dr Federico Usuelli (anche definito qui di seguito “noi”), in qualità di Titolare del trattamento, raccoglie e tratta i tuoi dati personali tramite il sito https://www.federicousuelli.com.

    Desideriamo evidenziare che l’attenzione per la riservatezza, il carattere confidenziale e la protezione dei dati personali degli utenti rappresentano un nostro preciso impegno aziendale.

    Infatti, trattiamo i tuoi dati personali con la massima cura e in conformità con le normative applicabili in materia di privacy e sicurezza (in particolare il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati UE 679/2016) ispirandoci ai principi di liceità, correttezza, trasparenza, minimizzazione e limitazione dei dati previsti dalla richiamata normativa.

    1. QUALI DATI RACCOGLIAMO E TRATTIAMO?

    I dati personali che trattiamo sono le informazioni che tu decidi volontariamente di fornirci, a fronte di una richiesta di contatto o per rivolgerci una domanda.

    Quando invii una richiesta tramite apposito form ti inviteremo a fornirci dei dati identificativi e di contatto (come ad esempio nome, cognome, email, numero di telefono) per gestire al meglio la tua necessità e darti agevolmente un riscontro.

    I dati personali possono essere anche di natura sensibile, a seconda delle informazioni che deciderai di rilasciare all’interno del form di contatto o tramite l’invio volontario di documentazione accompagnatoria alla tua richiesta. In particolare, si fa presente che i dati sensibili sono costituiti da eventuali descrizioni di patologie, stati di salute o indicazioni sulla vita sessuale che l’utente descrive all’interno delle comunicazioni a noi rivolte. A tutela dei tuoi diritti e delle tue libertà ti chiediamo di non rilasciare informazioni sensibili o inviare file che possano risultare eccedenti rispetto a quanto per noi necessario ad espletare la tua richiesta.

    In conclusione, precisiamo, quindi che i dati personali che trattiamo sono quelli che ci comunicherai in quanto necessari all’espletamento delle attività professionali svolte dal Titolare, nonché quelli che tu decidi spontaneamente di fornici.

    1. PER QUALI FINALITÀ UTILIZZIAMO I TUOI DATI?

    Lo scopo principale è fornirti la possibilità di metterti in contatto con noi e soddisfare una tua specifica richiesta, inviarti contenuti informativi a riguardo e/o consentirti di accedere ai servizi scelti.

    Il conferimento dei dati è facoltativo, tuttavia il rifiuto a rilasciare i propri dati per tale finalità comporta l’impossibilità per noi di gestire la tua richiesta e soddisfare le tue necessità.

    Previo consenso libero ed espresso, i tuoi dati di contatto potranno essere utilizzati per inviarti comunicazioni promozionali, newsletters ed email informative riguardo i nostri servizi/prodotti o in merito ad informazioni di carattere generale. Il conferimento dei dati per finalità di marketing è facoltativo, il rifiuto non comporta alcuna conseguenza, salvo l’impossibilità di ricevere materiale promozionale. Il consenso per tale trattamento si intende espresso tramite il “flag” dell’apposita casella posta all’interno del modulo per l’invio dei dati recante la dicitura “Acconsento al trattamento relativamente al conferimento dei miei dati personali per finalità commerciali e promozionali”. Puoi revocare il tuo consenso e rifiutarti di ricevere ulteriori comunicazioni promozionali in ogni momento scrivendoci all’indirizzo email info@federicousuelli.com.

    Sempre previo consenso libero ed espresso i tuoi dati di contatto potranno essere utilizzati  per studiare i tuoi interessi e definire un tuo profilo individuale. Tale attività ci serve per inviarti (laddove tu abbia acconsentito a ricevere nostre comunicazioni per finalità pubblicitarie e commerciali) aggiornamenti (anche personalizzati) sulle nostre attività, in particolare sui nostri nuovi servizi, sulle nostre offerte speciali, su sondaggi e/o opinioni e su altri tipi di comunicazione relative ai nostri servizi e per l’elaborazione di studi di ricerche di tipo statistico e commerciale che siano in linea con i tuoi interessi. Anche in questo caso il conferimento dei dati per finalità di profilazione è facoltativo ed il rifiuto non comporta alcuna conseguenza. Il consenso per tale trattamento si intende espresso tramite il “flag” dell’apposita casella posta all’interno del modulo per l’invio dei dati recante la dicitura “Acconsento al trattamento relativamente alla raccolta dei miei dati personali per finalità di profilazione”. Puoi revocare il tuo consenso e rifiutarti di conferire i tuoi dati per finalità di profilazione in ogni momento scrivendoci all’indirizzo email info@federicousuelli.com.

    Ancora sempre previo tuo consenso libero ed espresso potremmo cedere i tuoi dati personali (esclusivamente: nome, cognome, email, numero di telefono) a nostri partner operanti nei settori della fisioterapia, nel settore delle vendite di prodotti medicali e delle vendite di articoli sportivi ai fini della realizzazione di attività di marketing da parte dei predetti partner. Nuovamente, il conferimento dei dati al fine dello svolgimento di attività di marketing da parte di soggetti terzi distinti dal Titolare è facoltativo ed il rifiuto non comporta alcuna conseguenza. Il consenso per tale trattamento si intende espresso tramite il “flag” dell’apposita casella posta all’interno del modulo per l’invio dei dati recante la dicitura “Acconsento al trattamento relativamente alla cessione dei miei dati personali ai soggetti terzi indicati nell’informativa per categoria economica di appartenenza ai fini dello svolgimento di attività commerciali e promozionali da parte dei medesimi soggetti terzi”. Puoi revocare il tuo consenso e rifiutarti di acconsentire alla cessione dei tuoi dati a soggetti terzi per finalità promozionali e commerciali in ogni momento scrivendoci all’indirizzo email info@federicousuelli.com.

    Infine, sempre previo tuo consenso libero ed espresso potremmo utilizzare i tuoi dati personali per attività di ricerca scientifica, per pubblicazioni scientifiche o per presentazioni di congressi, webinar a quali parteciperà o che saranno organizzati dal Titolare. Anche in questo caso il conferimento dei dati per lo svolgimento di attività di ricerca scientifica e/o per la presentazione/organizzazione di congressi/webinar è facoltativo ed il rifiuto non comporta alcuna conseguenza. Il consenso per tale trattamento si intende espresso tramite il “flag” dell’apposita casella posta all’interno del modulo per l’invio dei dati recante la dicitura “Acconsento al trattamento relativamente alla raccolta dei miei dati personali per finalità di ricerca scientifica, per pubblicazioni scientifiche o per presentazioni di congressi, webinar”. Puoi revocare il tuo consenso e rifiutarti di conferire i tuoi dati per finalità di profilazione in ogni momento scrivendoci all’indirizzo email info@federicousuelli.com.

    1. COME PROTEGGIAMO I TUOI DATI?

    Il trattamento dei dati avviene mediante strumenti prevalentemente automatizzati e per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti. Le misure di sicurezza adeguate, così come previste dal Regolamento (UE) 2016/679 sulla Protezione dei Dati Personali, sono osservate per prevenire la perdita dei dati, gli usi illeciti o non corretti e gli accessi non autorizzati.

    1. A CHI COMUNICHIAMO I TUOI DATI?

    I dati che invierai tramite il presente sito non verranno in alcun modo diffusi, ma potranno essere trasmessi agli Enti competenti per finalità amministrative o istituzionali, secondo quanto richiesto dalla normativa vigente. Più precisamente i dati potranno essere comunicati a destinatari appartenenti alle seguenti categorie:.

    • personale con mansioni di impiegato amministrativo che lavora alle dipendenze del Titolare e con funzione di Incaricato del trattamento;
    • professionisti medici e personale sanitario anche in rapporto di collaborazione con il Titolare sempre con funzioni di Responsabile o Incaricato del trattamento;
    • soggetti esterni incaricati dal Titolare in merito a funzioni di manutenzione e assistenza dei sistemi informatici (ivi incluso il sito web) e di comunicazione;
    • soggetti esterni consulenti in materia fiscale;
    • autorità ed Enti pubblici per adempimento di obblighi di legge.

     

    1. PER QUANTO TEMPO CONSERVIAMO I TUOI DATI?

    Il trattamento dei tuoi dati personali sarà effettuato per mezzo delle seguenti operazioni: raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati.

    Il trattamento dei tuoi dati personali sarà effettuato sia con l’utilizzo di supporti cartacei che con l’ausilio di strumenti elettronici, informatici e telematici, secondo le modalità e con strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi, in conformità di quanto previsto dall’ art. 32 GDPR e dai vari Provvedimenti successivamente emanati, in modo che sia garantito almeno il livello adeguato di sicurezza di protezione dei dati previsto dalla legge. In particolare, la generazione e archiviazione delle immagini radiografiche avverrà mediante l’impiego del software OsiriX.

    Nel rispetto di quanto previsto dall’art. 5, comma 1, lett. e) del GDPR, i tuoi dati personali vengono conservati in una forma che consenta l’identificazione dell’interessato per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali i dati stessi sono trattati o in base alle scadenze previste dalle norme di legge. La verifica sulla obsolescenza dei dati conservati in relazione alle finalità per cui sono stati raccolti viene effettuata periodicamente. Segnatamente, per quanto attiene al periodo di conservazione dei tuoi dati osserviamo che:

    • Quando il trattamento è necessario per l’esecuzione di un contratto e/o l’esecuzione di misure precontrattuali, i dati saranno trattati sino a quando sia completata l’esecuzione di tale contratto e saranno conservati per i 10 anni successivi, fatte salve le ipotesi di interesse legittimo del Titolare nell’eventualità di cause legali;
    • Quando il trattamento è necessario per adempiere un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare, i dati saranno conservati fino a quando la legge lo consenta;
    • Quando il trattamento è necessario per il perseguimento dell’interesse legittimo del Titolare i dati saranno conservati fino a quando lo consenta la legge;
    • Quando il trattamento è effettuato per finalità di promozione e di analisi delle abitudini e delle scelte di consumo, e solamente nel caso in cui tu ci abbia fornito uno specifico consenso (facoltativo), conserveremo i dati raccolti per il tempo strettamente necessario per la gestione delle finalità sopra menzionate in conformità ai criteri improntati al rispetto delle norme vigenti ed alla correttezza ed al bilanciamento fra il nostro legittimo interesse e i tuoi diritti e le tue libertà. In mancanza di norme specifiche che prevedano tempi di conservazioni differenti, e in mancanza di un tuo nuovo esplicito consenso che ci dovrai esprimere in prossimità dell’avvicinarsi delle seguenti scadenze, utilizzeremo i tuoi dati per le finalità di marketing per un tempo massimo di [•] mesi e successivamente li cancelleremo;
    • Quando il trattamento è effettuato per finalità di profilazione, e solamente nel caso in cui tu ci abbia fornito uno specifico consenso (facoltativo), conserveremo i dati raccolti per il tempo strettamente necessario per la gestione della finalità sopra menzionata in conformità ai criteri improntati al rispetto delle norme vigenti ed alla correttezza ed al bilanciamento fra il nostro legittimo interesse e i tuoi diritti e le tue libertà. In mancanza di norme specifiche che prevedano tempi di conservazioni differenti, e in mancanza di un tuo nuovo esplicito consenso che ci dovrai esprimere in prossimità dell’avvicinarsi delle seguenti scadenze, utilizzeremo tali dati per un tempo massimo di [•] mesi e successivamente li cancelleremo

    I dati personali saranno in ogni caso conservati per l’adempimento degli obblighi (ad es. fiscali e contabili) che permangono anche dopo la cessazione del contratto (art. 2220 c.c.); per tali fini il Titolare conserverà solo i dati necessari al relativo perseguimento e per i 10 anni successivi, fatte salve le ipotesi di interesse legittimo del Titolare nell’ipotesi di procedimenti/contenziosi legali.

    LINK AD ALTRI SITI WEB

    Questo Sito può contenere riferimenti o collegamenti (“link”) ad altri siti internet non controllati da noi e rispetto ai quali queste norme sulla Privacy non sono applicabili. Non siamo quindi responsabili per il contenuto o per gli eventuali trattamenti di dati personali effettuati in tali siti. Ti consigliamo di esaminare l’informativa di ogni sito collegato al presente per individuare il possibile trattamento di dati personali.

    QUALI SONO I TUOI DIRITTI?

    Ai sensi del Regolamento EU 679/2016, ti sono riconosciuti i seguenti diritti:

    il diritto di chiedere al Titolare del trattamento l’accesso ai dati personali (art. 15), la rettifica (art. 16), la cancellazione degli stessi o l’oblio (art. 17), la limitazione del trattamento dei dati personali (art. 18), il diritto alla portabilità dei dati (art. 20) o di opporsi al loro trattamento (art. 21), oltre al diritto di non essere sottoposto a una decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione, che produca effetti giuridici che la riguardano o che incida allo stesso modo significativamente sulla sua persona (art. 22).

    Le richieste potranno essere esercitate nei confronti di:

    dr Federico Usuelli, con sede in Viale Regina Margherita 39 20122 Milano dr Federico email: info@federicousuelli.com.

    Ti è altresì riconosciuto il diritto di proporre reclamo all’autorità di controllo preposta (art. 77 del Regolamento) qualora ritieni che il trattamento effettuato da parte del Titolare non sia conforme.

    MODIFICHE ALLE NORME SULLA PRIVACY

    Il Sito, il suo contenuto e le presenti norme sulla Privacy possono essere periodicamente aggiornate o modificate senza preavviso. Eventuali modifiche alla seguente informativa influiranno sul trattamento dei dati raccolti in seguito alla modifica stessa.

    Ti preghiamo dunque di prendere periodicamente visione delle eventuali modifiche sulla Privacy.

    La presente policy ed informativa privacy è aggiornata ad Ottobre 2020.