In questo articolo parliamo in dettaglio di:
Come avviene una distorsione di caviglia
Come riconoscere una distorsione di caviglia lieve
Il momento del trauma
Gonfiore ed ematoma
Dolore


Tra gli infortuni più comuni che si possono riscontrare, troviamo sicuramente la distorsione di caviglia: solo in Italia ogni giorno si verificano circa 10.000 casi. Si tratta in primo luogo di uno dei traumi che più ricorrono tra chi pratica sport, anche a livello amatoriale, ma frequente anche nella vita di tutti i giorni, tra tacchi e attività ricreative.

Abbiamo definito la distorsione di caviglia in questo modo:

[…] è una temporanea perdita di contatto delle due superfici articolari che compongono la caviglia, con possibile lesione associata dei legamenti e della cartilagine articolare.

Seppur molto comune, non bisogna fare l’errore di sottovalutarla e di non trattarla con la giusta attenzione. La distorsione alla caviglia può manifestarsi con diversi livelli di gravità e, a seconda di questi, il trauma necessiterà di un intervento diverso per una sua ottimale risoluzione.

Soprattutto nei casi in cui la distorsione risulti lieve, può accadere che il paziente non la riconosca come tale e, pur percependo dolore, non attui le giuste misure per risolvere il trauma. Oggi vogliamo quindi soffermarci sui quali siano i sintomi della distorsione di caviglia e come riconoscerla.
Torna in cima

distorsione-alla-caviglia-inversione-eversione

Come avviene una distorsione di caviglia

La distorsione di caviglia può avvenire in due modi: in eversione, quando il piede ruota orientandosi verso l’interno, o in inversione, quando si orienta verso l’esterno.

Dopo una distorsione di caviglia, le lesioni sono spesso a carico dei legamenti, ma non si tratta, il più delle volte, di lesioni che possono avere un seguito per il paziente. Infatti è importante notare come i legamenti nella caviglia siano extra articolari. Questo ci da un importante vantaggio in quanto permette, in caso di lesione, una cicatrizzazione del legamento stesso senza particolari conseguenze. Il legamento che viene compromesso nella quasi totalità delle distorsioni di caviglia è il “legamento peroneo astragalico anteriore“, che si trova proprio sul lato esterno della caviglia.

Una conseguenza più complessa che può nascere a seguito di una distorsione di caviglia è invece la “lesione osteocondrale” o “lesione cartilaginea” che, se sfocia in una cronicizzazione, è in grado di causare maggiori problematiche e una sintomatologia più complessa.
Torna in cima

Come riconoscere una distorsione di caviglia

Può capitare che la distorsione spesso non causa dolori gravi o particolari impedimenti ai movimenti, è molto semplice sottovalutarla e non adottare i giusti accorgimenti per limitarne le possibili conseguenze negative.

I sintomi provocati da traumi di questo genere sono vari, motivo all’origine di una certa confusione nei pazienti e spesso di un’interpretazione errata della condizione in cui vertono.
Torna in cima

distorsione-alla-caviglia-cause

Il momento del trauma

Le eventualità in cui possa occorrere una distorsione di caviglia sono numerose, ma ci sono alcuni tratti caratteristici di questi eventi traumatici che possiamo imparare a identificare.

Le distorsioni, ad esempio, avvengono tipicamente quando si svolgono attività a bassa velocità, come camminare o al massimo correre. Uno spostamento più veloce o uno che richiede un carico importante sul piede, causerebbero più facilmente la rottura di un osso più che una lesione legamentosa o cartilaginea.

Generalmente i pazienti riferiscono una sensazione simile a quella della lacerazione, talvolta accompagnata ad un rumore paragonabile ad uno schiocco.
Torna in cima

distorsione-alla-caviglia-gonfiore

Gonfiore ed ematoma

La presenza di gonfiore e di un ematoma sono caratteristiche tipiche di diversi traumi al piede e alla caviglia, tra i quali anche la distorsione di quest’ultima.

Solitamente la distorsione è accompagnata da un edema spesso localizzato non solo a livello dell’area compromessa, ma esteso a tutta la caviglia, che apparirà quindi più rigida e dolente. In alcuni casi il dolore e la tumefazione saranno accompagnati da un livido, che, a seconda della gravità del trauma, crescerà in intensità e presenterà una maggiore estensione concentrandosi nelle aree più declivi (tallone per esempio).
Torna in cima

distorsione-alla-caviglia-dolore

Dolore

Tra i sintomi non può mancare, ovviamente, il dolore.

L’intensità del dolore provato non è sempre correlato alla gravità della distorsione, così come tumefazione ed ematoma. Talvolta infatti l’ematoma è importante, ma il paziente non riesce a ricondurlo ad una causa e non sa come se lo è procurato.

Nella maggior parte dei casi l’area più sofferente rimane quella in corrispondenza del legamento peroneo astragalico anteriore che è quasi sempre dolente alla “digitopressione“.

Il dolore aumenta quando spostiamo il peso sul piede o cerchiamo di mantenerlo in posizione orizzontale (caviglia a 90 gradi). Diventa difficile il più delle volte eseguire un passo senza zoppia, talvolta il paziente riferisce rigidità legata al gonfiore altre volte un senso di instabilità legata alla mancanza di “propriocettività” della caviglia colpita. Nei casi più lievi però il paziente è solitamente in grado di svolgere una deambulazione autonoma senza bisogno delle stampelle.

Come possiamo notare, la sintomatologia tipica della distorsione di caviglia può essere poco specifica e interessare in modo esteso piede e caviglia. Per una corretta diagnosi è quindi fondamentale l’intervento di un medico ortopedico attraverso una visita accurata, anche a distanza dall’evento.

Una corretta ricostruzione dell’evento traumatico potrà infatti aiutare a ricostruire il meccanismo di lesione per capire se vi è un interessamento della sola componente legamentosa o anche cartilaginea, lesione più grave soggetta ad una prognosi peggiore e ad un trattamento molto specifico.

Senza una corretta diagnosi e un conseguente trattamento, i sintomi della distorsione di caviglia, possono persistere per lunghi periodi e tendere a cronicizzarsi. La persistenza dei sintomi a cui il paziente deve prestare attenzione sono instabilità, quindi altri eventi distorsivi o sensazione di una caviglia poco stabile e il dolore che può essere indice di una lesione a carico della cartilagine articolare.
Torna in cima