Prevenzione e cura del piede e della caviglia del bambino pratica arti marziali

Le arti marziali sono un insieme di pratiche fisiche, mentali e spirituali legate al combattimento. Originariamente utilizzate per aumentare le possibilità di vittoria del guerriero in battaglia, oggi sono una forma di percorso di miglioramento individuale e di attività fisica completa oltre che difesa personale.
Aiutano a sviluppare l’autocontrollo, la concentrazione e migliorano la capacità di autodifesa. Se un bambino mostra interesse per questa disciplina è una buona idea incoraggiare la sua passione.
La pratica di queste discipline da parte di un bambino può erroneamente far pensare alla possibilità di sviluppare eccessiva aggressività, capacità di fare male o al rischio di un utilizzo improprio di certe tecniche. Nella realtà, rivolgendosi ad istruttori responsabili e qualificati, i bambini acquisiranno disciplina, auto-controllo ed un grande senso di rispetto dell’avversario.

Da un punto di vista fisiologico, il fatto che questi sport si pratichino nella quasi totalità dei casi a piedi nudi, implica un ampio coinvolgimento del piede e della caviglia.
Il corpo, in posizione eretta, non è mai immobile: oscilla come un pendolo per effetto della forza di gravità, avendo come fulcro il piede e la caviglia che, da un punto di vista posturale, sono un’unica complessa entità regolatrice di questa funzione.
Il segreto di ogni arte marziale è di riuscire a stare in equilibrio, sia in fase di attacco che in difesa. Per questo tali attività sono in grado di migliorare ed allenare in maniera incomparabile le capacità propriocettive del corpo, ossia di far seguire ad una sensazione/allarme di instabilità un movimento necessario a ripristinare l’equilibrio.
Sviluppare una buona propriocettività vuol dire anche essere in grado di percepire quando una fibra muscolare sta per stirarsi e reagire di conseguenza affinchè l’evento non si verifichi. Un atleta “propriocettivamente intelligente” o allenato avrà un buon equilibrio e correrà un minor rischio di infortuni muscolari.

Ibrahimovic, grande appassionato ed esperto di arti marziali, è un esempio concreto dei benefici effetti di queste discipline anche quando si pratichino altri sport apparentemente meno pericolosi e aggressivi.

Quindi care mamme, se i vostri bimbi vi chiedono di indossare un kimono per sentirsi dei piccoli e nobili Samurai non scoraggiateli: un giorno saranno donne e uomini molto “equlibrati”.